Cibo e Ambiente

Vegetables

A cosa ci si riferisce quando si parla di inquinamento? Forse all’utilizzo di sostanze chimiche nocive per l’ambiente? Allo spreco di energia? Ai rifiuti in eccesso? La risposta è: ci si riferisce a tutto questo, ma non solo.

Non sono soltanto le automobili ad inquinare, ma tutte le abitudini che caratterizzano il nostro stile di vita possono essere più o meno ecosostenibili; anche l’alimentazione.

Il cibo infatti prevede produzione e trasporto, che possono provocare alte emissioni di carbonio e azoto nell’atmosfera; purtroppo molti produttori e imprese non sono attenti alla conservazione degli ecosisemi e della biodiversità durante la produzione di cibo; il mercato spinge all’acquisto di più alimenti di quanti ne abbiamo davvero bisogno, spesso poco salutari, il che provoca sprechi e danni all’uomo e all’intero pianeta.

Per tutti questi motivi anche il cibo fa parte delle abitudini che possiamo cambiare per migliorare il nostro stile di vita e renderlo più sostenibile.

Ma come? Ecco alcuni consigli per ridurre le emissioni di Co2 anche in cucina.

 

Riduci il Consumo di Carne

Molti studi scientifici degli ultimi anni hanno dimostrato che la produzione di carne ha un ruolo importante nel cambiamento climatico.

Infatti si stima che circa il 70 % dei campi sia coltivato per creare mangime per gli animali, e soltanto il 30 % per frutta e verdura che finiscono nelle nostre tavole. Inoltre sono necessari in media 7 kg di grano per produrre 1 kg di carne; questo rende l’allevamento molto inefficiente.

Tutti questi dati dimostrano che, riducendo il consumo di carne, è possibile ridurre anche il proprio impatto negativo sull’ambiente. Gli alimenti come gli insaccati o le bistecche infatti, oltre a grandi quantità di grano per essere prodotti, necessitano anche di molta acqua, e di energia per il trasporto o per la produzione.

Sempre più persone scelgono una dieta vegetariana o vegana non soltanto per motivi di salute, ma anche per ridurre le emissioni di Co2. Sebbene non sia necessario un cambio di dieta così drastico, è sempre consigliabile ridurre il consumo di carne e pesce, ma anche di derivati come i latticini; i vantaggi sono tanti, non solo per l’ambiente ma anche per la salute e spesso per le finanze.

 

Acquista Prodotti a Chilometri Zero

Consumare prodotti locali può fare una grande differenza a livello di impatto ambientale. Infatti si stima che un alimento, prima di arrivare sulle nostre tavole, faccia un viaggio medio di 1200 km.

Immagina le emissioni di Co2 prodotte da un viaggio dalla Spagna all’Italia; molti dei cibi che la famiglia media consuma a tavola provengono da altri paesi, spesso anche fuori dal continente.

L’inquinamento derivato dalla nostra alimentazione sarebbe molto inferiore se prediligessimo i cosiddetti prodotti a chilometri zero, ovvero frutta, verdura, carne e pesce prodotti localmente.

Inoltre è bene sottolineare che questa non è soltanto una scelta ottima dal punto di vista ambientale, ma permette anche di sostenere l’economia locale e i piccoli produttori che vivono nelle vicinanze.

 

Scegli il Cibo Biologico

Circa l’83 % delle emissioni di Co2 create dal cibo dipendono dalla maniera in cui esso è stato prodotto. Il cibo biologico, libero da prodotti chimici altamente inquinanti, non danneggia la natura ed è più sano.

Scegli produttori locali e premia quelli che vendono alimenti sani, diventando cliente affezionato; magari il prezzo medio è più alto, ma ne guadagni in salute, e il pianeta ti ringrazia per il tuo impegno.

Un mondo senza organismi geneticamente modificati, ormoni, antibiotici e concimi chimici sarà sicuramente meno inquinato, e anche la tua salute ti ringrazia.

Per controllare ulteriormente la provenienza del tuo cibo, puoi considerare l’idea di creare un orticello a casa tua; molto spesso basta anche solo una veranda o una piccola terrazza per iniziare a produrre spezie e piccoli ortaggi. Se la tua casa ha anche un giardino, l’orto potrebbe essere la soluzione più sostenibile per tutta la famiglia; cibo sicuro e zero emissioni di Co2 dovute al trasporto.

 

Evita Gli Sprechi

Spesso non ci facciamo caso, ma famiglie, industrie e produttori sprecano ogni giorno tantissimo cibo; si stima che circa il 50 % dell’intera produzione venga sprecato durante la lavorazione, il trasporto, e infine nei supermercati e nelle nostre cucine stesse.

Questo dato impressionante serve a darci un’idea di quanto le nostre abitudini possano danneggiare il pianeta e l’intera umanità; in un mondo in cui miliardi di persone soffrono la fame e in cui le emissioni di Co2 sono eccessive, non possiamo permetterci di produrre cibo che finisce nella spazzatura.

Ridurre gli sprechi significa ridurre in maniera importante le tue emissioni di Co2 giornaliere. Buttando cibo che avremmo potuto consumare, infatti, stiamo sprecando le risorse, il lavoro, gli imballaggi e l’acqua che sono stati necessari per produrlo.